Strutture e Servizi Accreditati

  • Servizio attivo

La Legge R.T. n. 82/2009 e successive modifiche ed integrazioni, disciplina l’accreditamento delle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche e private, dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona.


A chi è rivolto

La Legge R.T. n. 82/2009 e successive modifiche ed integrazioni, disciplina l’accreditamento delle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche e private, dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona, compresi quelli che operano nelle aree dell’integrazione socio sanitaria, al fine di promuovere la qualità del sistema integrato dei servizi e delle prestazioni e l’adeguatezza alla soddisfazione dei bisogni.
L'accreditamento attribuisce ai soggetti pubblici e privati l’idoneità ad erogare prestazioni sociali e socio sanitarie per conto degli enti pubblici competenti, ed ha validità su tutto il territorio regionale (art. 2 l.r. 82/2009).

L'accreditamento può essere richiesto:

  • dalle strutture pubbliche e private individuate dall’articolo 21, comma 1, della l.r. 41/2005, in possesso dell’autorizzazione al funzionamento, direttamente alla Regione Toscana;
  • dal Legale Rappresentante dei soggetti pubblici e privati, compresi gli enti e organismi a carattere non lucrativo, per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona (art. 7, c.1 l.r. 82/2009) al Comune dove hanno sede legale;
  • dagli operatori individuali per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare(art. 7, c.2 l.r. 82/2009) al Comune dove sono residenti.

Descrizione

L'accreditamento può essere richiesto:

  • dalle strutture pubbliche e private individuate dall’articolo 21, comma 1, della l.r. 41/2005, in possesso dell’autorizzazione al funzionamento, direttamente alla Regione Toscana;
  • dal Legale Rappresentante dei soggetti pubblici e privati, compresi gli enti e organismi a carattere non lucrativo, per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona (art. 7, c.1 l.r. 82/2009) al Comune dove hanno sede legale;
  • dagli operatori individuali per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare(art. 7, c.2 l.r. 82/2009) al Comune dove sono residenti.

Gli Operatori Individuali (Badanti) sono accreditati per l’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare dal Comune nel quale risiedono. L'accreditamento è obbligatorio quando la famiglia in cui prestano servizio riceve un contributo pubblico (per es.: assistenza domiciliare indiretta contributo badante - servizi finanziati dal POR-FSE - progetto regionale Pronto Badante...). L'accreditamento è valido su tutto il territorio regionale. L'operatore individuale accreditato resta tale fino alla rinuncia e/o alla cancellazione per mancanza di requisiti.

Per ottenere l’accreditamento, l'operatore individuale deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

  • rapporto di lavoro in corso in campo assistenziale comprovato dall'iscrizione all'INPS;
  • aver maturato una esperienza professionale in campo assistenziale di almeno 3 mesi comprovata dall'iscrizione all'INPS;
  • attestato di formazione in campo assistenziale.

Le modalità e i requisiti per richiedere ed ottenere l’accreditamento sono indicati nella legge regionale 28 dicembre 2009 n. 82, nel Regolamento approvato con DPGR 86/R del 11/8/2020, nelle Deliberazioni di Giunta Regionale n. 245 del 15/3/2021 e n. 289 del 22/3/2021 e relativi allegati.

La nuova normativa prevede come primo adempimento le strutture e i servizi già accreditati si adeguino entro un anno ai requisiti generali e ai requisiti specifici contenuti nella nuova normativa.

L' avvenuto adeguamento deve essere comunicato entro il medesimo termine alla Regione (strutture) o al Comune (servizi) a pena di decadenza.

Per quanto riguarda le nuove strutture che intendono accreditarsi, il riferimento normativo è l’art. 4 della l.r. 82/2009.

Per quanto riguarda i nuovi servizi, compresi gli operatori individuali, che intendono accreditarsi, il riferimento normativo è l’art. 7 della l.r. 82/2009.

I soggetti accreditati, in ottemperanza a quanto previsto dagli artt. 5 e 8 della L.R. n. 82/2009 e con le modalità ivi stabilite, sono tenuti ad effettuare annualmente la verifica delle attività svolte e dei risultati raggiunti, tramite un'autovalutazione sulla base degli indicatori previsti dalle deliberazioni di Giunta Regionale n. 245 e n. 289 sopra citate.

Riferimenti normativi:

Come fare

Per avanzare richiesta di accreditamento è necessario presentare istanza alla Regione Toscana, in caso di strutture, ovvero al Comune nel cui territorio è presente la sede operativa (ovvero la residenza in caso di operatore individuale), in caso di servizi.

In entrambi i casi le istanze devono essere redatte attraverso il Portale STAR, raggiungibile al seguente indirizzo:  http://www.suap.toscana.it/star

È necessario seguire le istruzioni riportate nelle pagine del portale compilando i dati direttamente sul sistema e utilizzando la modulistica messa a disposizione con riferimento ai codi attività.

Cosa serve

Per la compilazione e l’invio dell’istanza occorre essere in possesso di CNS o CIE o credenziali SPID di livello 2 e certificato di firma digitale. Sono previsti gli istituti della delega e della procura speciale per la compilazione e/o la trasmissione dell’istanza.

La domanda deve contenere:

  • l’istanza di accreditamento,
  • le dichiarazioni di possesso dei requisiti
  • n. 2 marche da bollo da € 16,00.

Cosa si ottiene

Accreditamento delle strutture e dei servizi.

Tempi e scadenze

Non sono previsti tempi specifici entro cui effettuare la domanda di accreditamento.

Le strutture e i servizi accreditati, in ottemperanza a quanto previsto dagli artt. 5 e 8 della L.R. n. 82/2009 e con le modalità ivi stabilite, sono tenuti ad effettuare annualmente la verifica delle attività svolte e dei risultati raggiunti, tramite autovalutazione da effettuare sempre attraverso il portale STAR di Regione Toscana.

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni consultare il sito di Regione Toscana

Per informazioni è possibile anche contattare il Servizio Suap dell’Unione dei Comuni montani del Casentino

ALLEGATI

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Area 1

via Garibaldi n. 1 - 52010 Subbiano (sede provvisoria)

T +39 0575421743

arianna.peluzzi@comune.subbiano.ar.it

pec: c.subbiano@postacert.toscana.it

Argomenti:

Pagina aggiornata il 03/01/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri